Blog

I nostri consigli e news

Guida sicura in inverno? Ecco alcuni consigli pratici

Non importa dove si risiede, conoscere i rudimenti per una guida sicura è fondamentale per chiunque abbia una patente. Del resto il meteo è cambiato e anche chi non abita in montagna o in zone a rischio deve sapere come guidare un macchina in condizioni estreme.

Guida sicura: come guidare sulla neve

Chi li ha provati lo saprà benissimo, neve e ghiaccio non sono affatto la stessa cosa e richiedono accortezze del tutto diverse.

Innanzitutto la presenza di una strada innevata è qualcosa che si può prevedere molto più rispetto alla presenza di ghiaccio. Se si sale di altitudine, ci si avvicina a colli imbiancati o si nota che le condizioni meteo stanno velocemente cambiando è facile immaginare di imbattersi in zone imbiancate.
Generalmente, almeno sulle strade principali, gli spazzaneve si attivano non appena un piccolissimo strato di neve si deposita sull’asfalto. Inoltre nelle ore più trafficate saranno le auto stesse, con l’attrito e il calore degli pneumatici, ad evitare che si depositi il classico tappetto bianco che tanto fa paura a chi non ha esperienza.

L’errore più comune cguida sicura sulla nevehe si fa è quello di mettere le catene non appena scendono i primi fiocchi di neve. In questo caso si perderà molto tempo, con il rischio che il tempo richiesto per mettere le catene equivalga a quello che sarebbe bastato per arrivare sani e salvi a destinazione.
Inoltre, se dovesse improvvisamente smettere di nevicare, si finirebbe per rovinare l’auto.

Con le catene, infatti, si è costretti a procedere praticamente a passo d’uomo, a rischio di creare enormi incolonnamenti e, come detto, di danneggiare l’auto. Le catene, insomma, vanno messe quando c’è già molta neve sull’asfalto, non si vedono spazzaneve all’orizzonte e il poco traffico presente lascia intendere che presto la strada sarà interamente ricoperta di bianco.

Chi ha le gomme da neve può proseguire anche quando sulla carreggiata c’è un manto considerevole. Per chi invece ha pneumatici ordinari il momento di mettere le catene è quello in cui non si vede più l’asfalto.
Nel dubbio se metterle o no, è bene trovare un luogo riparato e asciutto, magari attendere qualche minuto per decidere cosa fare e poi, con tutta calma, inserire le catene e ripartire. Una volta messe, le catene consentono di arrivare praticamente ovunque anche se lo strato di neve, per esempio in un parcheggio o in una piazzola, è considerevole.
In entrambi i casi guidare sulla neve richiede cautela e velocità moderata. Le catene, infatti, finirebbero per rovinare il veicolo a velocità sostenuta mentre correre senza averle vuol dire andare incontro a rischi enormi.

 

Guida sicura su una strada ghiacciata

guida sicura su strade ghiacciate
Il ghiaccio? Oltre ad essere molto più pericoloso perché imprevedibile richiede più cautela e prevenzione. Una strada ghiacciata, del resto, può comparire all’improvviso anche se le temperature non sembrano così rigide.
Il tempo necessario per consentire a un grande lastrone formatosi durante la notte di sciogliersi può infatti superare le 6-7 ore. Quando la temperatura si aggira sotto lo zero potrebbe accadere che l’automobilista prenda confidenza e incappi in un tratto ghiacciato proprio quando sta calcando il piede sull’acceleratore.
In particolar modo all’alba o alle prime ore del mattino è importante dunque procedere a velocità limitata. Sono questi gli orari in cui, anche in assenza di piogge, è facile che rugiada e brina possano ghiacciare le strade.
In presenza di ghiaccio visibile, inoltre, l’errore più comune è quello di frenare in continuazione. Con la conseguenza di far slittare la vettura. Il consiglio per una guida sicura, dunque, è procedere in prima o comunque pianissimo e di frenare il meno possibile.

Consigli per una guida sicura con temperature rigide

Chi non è abituato a vivere in un luogo freddo spesso non fa neppure caso a questi piccoli particolari ma poi si ritrova con enormi danni all’auto. Di cosa stiamo parlando? Del liquido del radiatore e pulisci vetro che deve essere rigorosamente antigelo.
Le temperature possono scendere di parecchio sotto lo zero e far gelare entrambi i liquidi con danni enormi. E questo capita anche lasciando l’auto in garage, se non è un luogo riscaldato. Passando da stato liquido a solido, infatti, il volume dell’acqua cresce con conseguenze molto gravi, come l’esplosione di tubi e e radiatore.

1 Comment

      Rispondi

      Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

      Back to top