Blog

I nostri consigli e news

Auto del futuro, ecco i nuovi trend

In una recente analisi sul settore automotive McKinsey, multinazionale di consulenza strategica, ha individuato i 4 trend delle auto del futuro. Ha cioè evidenziato quali sono le tendenze del settore, come si evolverà il mercato e anche quali sono i limiti di questi nuovi trend.

In generale, ciò che emerge è che l’auto diventerà sempre più simile agli smartphone. Non solo un mezzo di trasporto ma un oggetto interconnesso, in grado di dialogare con vari dispositivi mobile.

I 4 trend che porteranno all’auto del futuro

Secondo McKinsey le macchine del futuro seguiranno queste 4 tendenze:

Auto del futuro

  1. Conversione all’elettrico
    Si tenderà ad abbandonare sempre più l’alimentazione a idrocarburi in favore di sistemi ibridi. Le auto del futuro avranno motori elettrici, a celle di energia. Questo anche a causa delle sempre più rigide regolamentazioni sulla mobilità, che tendono a favorire i veicoli a minor impatto ambientale.
    E infatti la tecnologia sta facendo passi da gigante, con una duplice conseguenza: costi di gestione e produzione minori e un aumento dell’autonomia del veicolo.
  2. Guida autonoma
    Grazie al Gps, sistemi di mappatura e software sempre più evoluti, si sta sempre più investendo verso la guida assistita. Al momento esistono soprattutto dispositivi che affiancano il guidatore ma è probabile che le auto di domani non avranno più bisogno di un conducente.
  3. Mobilità alternativa
    Cambierà la percezione dell’automobile in sé. Le macchine del futuro saranno sempre più viste come un mezzo di trasporto da utilizzare solo all’occorrenza e non più come un oggetto di proprietà. È una tendenza già diffusa se si pensa ai servizi di car sharing o sul modello di Uber.
  4. Connettività
    La logica dell’Internet of thing si sta diffondendo sempre più. Stiamo parlando di oggetti che comunicano tra loro mediante app e software dedicati. Anche le auto del futuro seguiranno questa via e arriveranno a dialogare ad esempio con i semafori, le altre auto ecc…

I limiti che dovranno superare le auto del futuro

auto del futuro

Quando tutto questo sarà realtà è difficile da prevedere. Esistono infatti anche molti limiti legati al settore automotive. Limiti che possono ostacolare il processo.

Anche in questo caso McKinsey ne ha individuati 4:

  1. Scarsa flessibilità finanziaria dell’industria automobilistica
    L’automotive ha infatti una bassa capitalizzazione, bassi margini operativi e un basso ritorno sugli investimenti. Esattamente l’opposto di quanto accade nel settore tecnologico.
  2. Tempi lunghi di riassorbimento degli investimenti
    Finora il comparto automotive ha ragionato solo nel lungo, lunghissimo periodo. Ogni investimento ha sempre richiesto molta manodopera con ritorni in termini di fatturato molto lenti. Il settore della tecnologia, invece, richiede la massima flessibilità. Esattamente come le auto del futuro.
  3. Vincoli ferrei che limitano lo sviluppo automotive
    Il settore automobilistico ha vincoli legislativi ferrei che rallentano sensibilmente i cicli produttivi e l’uscita di nuovi modelli. Basti pensare che di solito un prodotto viene reingegnerizzato completamente solo ogni 7 anni. Anche in questo caso i tempi dell’industria tecnologica sono ben diversi.
  4. Percezione poco emozionale del settore automotive
    Il vantaggio delle aziende digitali deriva anche dalla percezione che il cliente ha sui loro prodotti. Smartphone e tablet riscuotono in noi una grande attrattiva tanto da farci desiderare sempre l’ultimo modello in commercio. Nel settore automotive non è così, anche per ragioni di costi.

Al di là di questi limiti, il cambiamento è comunque in atto e inarrestabile. Il settore automotive è destinato a mutare radicalmente e i costruttori lo sanno bene. Tra qualche decennio probabilmente saremo circondati da veicoli per noi ora inimmaginabili. Siete pronti alle auto del futuro?!

1 Comment

      Rispondi

      Back to top